Holiday Movie 2009-2013 (休日映画 2009-2013)

Holiday Movie 2009-2013 (休日映画 2009-2013)

Regia, montaggio, fotografia, soggetto, sonoro: Saitō Masakazu. Durata: 52′
Formato: digitale

Il regista Saitō Masakazu riprende nei giorni di vacanza la sua piccola figlia e la sua famiglia, dalla nascita fino ai quattro anni, alternando impressioni della quotidianità della bambina che cresce con notizie e preoccupazioni provenienti da Fukushima.

Presentato all’ultima edizione dell’Image Forum Film Festival, una manifestazione dedicata a scoprire o/e celebrare i film sperimentali e finanche le videoinstallazioni e tutto ciò che di interessante esce dalla cultura visiva giapponese ed internazionale, intesa in senso molto lato, Holiday Movie è in tutto e per tutto un home movie. Un video diario cioè, dove l’oggetto stesso del lavoro è qualcosa di personale e legato alla sfera privata del suo regista, Saitō Masakazu, in questo caso la nascita della prima figlia e la sua crescita nel corso di 4 anni, il tempo coperto dal film va infatti dal 2009 al 2013.
È necessario porre questo lavoro nell’ambito di competenza, quel filone del del self documentary o meglio del diary film, lanciato a livello internazionale da Reminiscences of a Journey to Lithuania (1972) di Jonas Mekas ed in terra giapponese da Suzuki Shiroyasu con Impressions of a Sunset (Nichibotsu no insho) nel 1975. Interessante è notare come sia Mekas che Suzuki abbiamo operato in vari modi anche nell’ambito del film sperimentale, cosa che getta una luce più ampia sul retroterra che ancora oggi è presente quando si parla di certo diary movie. Ci sembra proprio che questo Holiday Movie, pur nella sua apparente semplicità, si possa tranquillamente inserire in questo discorso e filone. Non sempre naturalmente ma è ben presente nel lavoro una coscienza verso le forme ed i limiti del linguaggio cinematografico, una consapevolezza che dà forma e ritmo al lavoro di Saitō, al contrario di molte opere dello stesso tipo però ed anche di molti documentari giapponesi realizzati in questi ultimi anni, la cura riservata alla forma, con particolare attenzione verso montaggio, framing e colore, dona a questo Holiday Movie una freschezza ed una spontaneità, anche se sapientemente filtrata, che raramente si trova in altri lavori di questo tipo. Alla fine è un vero e proprio piacere per i sensi la visione di questo lavoro, la nascita e lo sviluppo della piccola, con le sue difficoltà, i suoi tentativi di esprimersi, la sua voglia di esplorare il mondo circostante ed infine il suo relazionarsi con l’ambiente circostante, anche se ristretto ai soli periodi di vacanza in cui il padre ha potuto filmare, è reso con un tocco assai delicato ed a tratti molto divertente. L’uso del digitale poi è da manuale, il (nuovo) mezzo viene esplorato ed usato alla perfezione con alcune reminescenze, specialmente nell’uso dei colori, dei contrasti e della composizione delle inquadrature, quasi godardiano. Il lavoro si sviluppa come detto per 4 anni ed è puntuato, non in maniera opressiva, dalle notizie provenienti da Fukushima che danno un’ampiezza di vedute a quest’opera-diario ancora maggiore e che amplificano le preoccupazioni di padre del regista, rigettando sullo spettatore un quadro molto personale e privato ma inevitabilmente solcato da tematiche e problematiche di più ampio raggio. Ma queste notizie sono colte nel loro farsi, lo spettatore ne sente solo dei frammenti letti da una voce elettronica impersonale quando sullo schermo le immagini si soffermano sui momenti di quotidianità della famiglia.
Holiday Movie è un piccolo gioiello che rilancia prepotentemente le potenzialità del diary-movie e che allo stesso tempo ed attraverso lo stesso movimento privato-mondo e mondo-privato, scandaglia e getta scompiglio sui limiti che il cinema ha deciso di autoimporsi e sulle possibilità nel futuro prossimo di una cultura visuale di piú ampio raggio.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s